Calcio, cambia tutto: in arrivo una rivoluzione epocale

Il mondo del calcio si prepara ad un cambiamento storico. Sta per arrivare una vera e propria regola rivoluzionaria: ecco quale

Il mondo del calcio sta per introdurre una regola dal sapore rivoluzionario. Dopo averlo fatto con Var e goal line technology, lo sport che tutti amiamo e seguiamo ogni giorno è pronto all’ennesimo punto di svolta.

Ogni arbitro ringrazierà il cielo
Da ora in poi l’arbitro sarà più tutelato (Calciotactics.it). Pixabay


Seppur ci siano numerosi pareri contrari, ormai manca sempre meno all’esordio di questa nuova norma del regolamento. Ma si sa, non tutte le innovazioni possono piacere al pubblico, e ci vuole sempre un po’ di tempo prima che le persone si abituino.

Ecco la nuova regola che cambierà il calcio

Si era già parlato di come non sempre gli arbitri siano tutelati nelle loro funzioni quotidiane. Sempre più giocatori tentano in ogni modo di prevaricare sui direttori di gara, aizzando il pubblico e condizionando il loro operato con tentativi di pressione continui.

In cosa consiste l'espulsione temporanea?
Espulsione a tempo: ecco come verrà introdotta (Calciotactics.it). ANSA Foto


Tutto ciò mina inevitabilmente a scorrevolezza del gioco così come la direzione dello stesso, con gli arbitri che perdono a loro volta un po’ troppo facilmente il controllo della situazione. Per evitare questa serie di problematiche verrà introdotta una nuova formula: l’espulsione a tempo.

Ma in cosa consiste questo aspetto? Si tratterebbe eventualmente di un provvedimento preso in prestito da sport come il rugby, l’hockey su ghiaccio e la pallanuoto. Consiste in un allontanamento temporaneo dal campo, che potrebbe essere previsto per determinate azioni.

Ciò inizialmente potrebbe alimentare ulteriormente le polemiche. Anzi, quasi sicuramente soprattutto nelle fasi iniziali sarà così. Ma come detto sopra, ci vorrà un po’ di tempo per fare in modo che tutti si possano abituare. Per questo motivo questa regola verrà introdotta gradualmente. Probabilmente a partire dal 2024, inizialmente con alcune partite di test.

E come verrà applicata questa regola? Per fare un esempio, i giocatori che eccederanno nelle manifestazioni di protesta verranno allontanati dal terreno di gioco per circa dieci minuti. Ciò verrà fatto per fare valere la regola del capitano come unica persona che potrà dialogare con l’arbitro. Regola che in teoria è già in essere, ma che non è facile applicare all’atto pratico.

Per i casi più gravi si potrebbe addirittura mettere l’arbitro in dotazione di una piccola e impercettibile body-cam, così da documentare in maniera integrale eventuali comportamenti sospetti. Questi sono tutti aspetti che nel calcio odierno hanno il sapore di una vera e propria rivoluzione.

Impostazioni privacy