Player Analysis

La partita di Messi contro la Juventus

On Ottobre 29, 2020
By Benedetto Greco | 0 Comments

È stato un piacevole ritorno al consueto livello di magia e spregiudicatezza quello di Lionel Messi nella partita di mercoledì sera contro la Juventus, in Champions League.

L’argentino si è come riacceso una volta che l’avversario si è alzato di livello, così dopo la buona prova nel primo tempo del Clasico, il Diez del Barcellona ha sfoderato una prestazione di altissimo livello contro la Juventus, salvata da un risultato più netto soltanto da qualche leziosità di troppo da parte dei giocatori di Koeman.

Il rigore finale è stato soltanto un sigillo sulla sua gara, l’ennesimo gol in Champions League, un altro gol in uno stadio diverso (finora non aveva segnato all’Allianz Arena), un marchio che doveva esserci su una partita di così alto livello.

Koeman sembra non solo aver recuperato mentalmente il giocatore che, ricordiamo, fino a pochi giorni dall’inizio della stagione era convinto di lasciare il Barça, ma gli ha trovato la collocazione giusta in campo. Nulla di nuovo sotto il sole, certo, Messi gioca nominalmente come punta in un 4-2-3-1, ma di fatto si muove da falso nueve

messi sofascore

Come vediamo nello specchietto di Sofascore, completato da heat map, la zona di influenza dell’argentino è stata praticamente tutta la trequarti, con prevalenza sì sul centro destra, ma con alcune giocate che nascevano dal fulcro della zona 14. Il lato sinistro del campo, invece, è stato occupato con grande intraprendenza dal giovanissimo Pedri (anche lui ha impressionato per qualità e tecnica).

messi dembele juventus primo gol

Da uno dei pochi palloni toccato sul lato sinistro, però, nasce il gol dello 0-1. Messi si associa con Pedri e Jordi Alba, poi improvvisamente fa un cambio di gioco millimetrico per il francese.

Messi è stato il giocatore che ha toccato più palloni di tutti, insieme a Jordi Alba, e ogni volta che la sfera gravitava nella sua zona si aveva sempre l’impressione che fosse il momento giusto per accelerare.

Ha di fatto gestito lui i tempi di gioco del Barcellona, e si è trovato a meraviglia praticamente con tutti i suoi compagni. È in contesti come questi, in cui ha tanti giocatori attorno, possibilmente giocatori che hanno qualità tecniche superiori agli avversari, che il genio di Messi diventa decisivo. L’argentino si esalta ancora di più, e prova con più insistenza le giocate che lo rendono famoso in tutto il Mondo. Le serpentine, i dribbling ubriacanti, le giocate di prima, gli scambi e i triangoli.

Finalmente si è vista una certa intesa con Griezmann, che si muoveva quasi sempre in verticale all’argentino, e di fatto fungeva da vero centravanti della squadra. Da uno scambio velocissimo fra i due è arrivata l’occasione del potenziale 0-2 nel primo tempo (con Messi che incredibilmente ha sbagliato). 

messi lato destro del camp

Qui si sposta sul lato destro campo, la squadra quasi lo segue collegata a lui e a suoi movimenti, dandogli tante linee di passaggio.

LE STATISTICHE 

Guardando i dati della gara su FbRef.com vediamo come di conseguenza l’argentino abbia primeggiato da tutti i punti di vista.

È stato il primo per Expected goals, ma anche per Non Penalty-XG (quindi non tenendo conto del suo rigore), il primo anche per Expected Assist, di gran lunga il migliore per Shot Creating Actions (8, cinque in più del secondo in classifica che è Jordi Alba), ma anche il giocatore che ha fatto guadagnare più metri alla squadra con le conduzioni

Stranamente il 10 non è primo nella classifica dei dribbling: lo hanno superato Dembelé e Pedri, rispettivamente con 10 e 7 dribbling riusciti.

Una prestazione che ha rimesso Messi al centro di tutto, da regista offensivo del Barça, da leader e da realizzatore. Vedremo se nelle prossime settimana la sua crescita coinciderà con quella dei blaugrana… di certo ne vedremo delle belle.

 

0 comments on La partita di Messi contro la Juventus

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.